IT EN FR

FIBRE NET: IL 15 NOVEMBRE A FERRARA PER ILLUSTRARE LE TECNICHE DI RINFORZO STRUTTURALE DEGLI EDIFICI ESISTENTI IN MURATURA


 

L’azienda friulana organizza un convegno all’interno del castello Estense per approfondire anche importanti temi legati all’adeguamento e al miglioramento sismico.

 

Giovedì 15 novembre Fibre Net sarà in Emilia per illustrare alle imprese e ai professionisti di Ferrara le tecniche di rinforzo strutturale degli edifici esistenti in muratura. Il convegno dal titolo Edifici esistenti in muratura: tecniche di rinforzo strutturale è un evento che si svolge nella sala Imbarcadero Due all’interno del castello Estense a Ferrara per presentare importanti novità ad architetti, ingegneri e geometri. Fibre Net, infatti, ha creato e sviluppato dei sistemi di consolidamento strutturale costituito da reti ed accessori in materiale composito F.R.P. – Fiber Reinforced Polymer, un prodotto innovativo per il mondo dell’edilizia specializzata costituito da fibre di vetro ad elevata resistenza chimica e meccanica, impregnate con resine termoindurenti che formano una struttura reticolare robusta, monolitica e flessibile, adatta per il consolidamento strutturale di edifici esistenti. Durante l’incontro si darà spazio ai risultati della campagna di sperimentazione su murature rinforzate con reti e sistemi in GFRP attraverso la tecnica dell’intonaco armato – realizzata con il Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università di Trieste – e alle modalità di dimensionamento di tali rinforzi. Altri argomenti da trattare saranno il rinforzo di murature faccia a vista con la tecnica del “Reticolatus” (ristilatura armata dei giunti) e la relativa campagna di sperimentazione sviluppata in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia. Saranno presentati inoltre i risultati di diverse prove realizzate “in situ” su differenti tipologie murarie di vari cantieri dell’Aquila e dell’Emilia danneggiate dai sismi del 2009 e del 2012.

 

Fibre Net infatti vanta consolidata esperienza nel settore del consolidamento di edifici esistenti, dove adeguamento o miglioramento sismico sono azioni necessarie affinché la struttura raggiunga determinati requisiti di sicurezza, così come stabilito dalla normativa. I materiali e le tecniche proposte sono fra i più efficaci previsti da norma, che è comunque indirizzata verso l’uso di materiali e tecniche di provata efficacia, poco invasive, che non appesantiscano la struttura di nuovi carichi. In quest’ottica, il consolidamento strutturale con i materiali FRP rappresenta una tecnologia di intervento estremamente interessante in termini di prestazioni e di resistenza, ponendosi come soluzione vantaggiosa non solo nella fase di ricostruzione del post terremoto ma anche come valido strumento di prevenzione sismica. La prevenzione, quindi, diventa un’azione prioritaria per la sicurezza sociale, soprattutto dopo il terremoto che ha colpito l’Italia che ha posto in luce, ancora una volta, la fragilità del patrimonio storico e architettonico esistente e la necessità urgente di attuare misure di protezione sismica anche in quelle zone considerate “sicure”.

 

www.fibrenet.it