ponte-pusterla

PONTE PUSTERLA A VICENZA: FIBRE NET VINCE LA SFIDA E CONTRIBUISCE AL SUCCESSO DEL RESTAURO DELLA GRANDE OPERA


Il materiale composito FRP dell’azienda friulana è servito per portare a termine in tempi record il rinforzo strutturale e la messa in sicurezza della costruzione che attraversa  il fiume Bacchiglione

 

Con il restauro del ponte Pusterla di Vicenza Fibre Net ha vinto un’importantissima sfida contribuendo al successo della risistemazione della grande opera gravemente danneggiata dall’alluvione del 2010. Il materiale composito FRP dell’azienda friulana è servito per portare a termine in tempi record il rinforzo strutturale e la messa in sicurezza della costruzione che attraversa  il fiume Bacchiglione. Ad aggiudicarsi l’appalto è stata l’impresa Miotti di Pianezze, della provincia di Vicenza.

Il restauro del ponte Pusterla ha rappresentato una sfida importante, non solo per la particolarità e la complessità tecnica delle commessa ma anche per i tempi ristretti imposti per la chiusura del cantiere.   Infatti, dal momento della formulazione dell’offerta all’inizio dei lavori sono trascorse solo tre settimane, periodo durante il quale sono state pianificate tutte le attività. L’utilizzo della rete Fibre Net (circa 1300 mq) ha permesso di consolidare la struttura con un materiale leggero e resistente,  la soluzione migliore per lavorare in cui contesto non facile. Così, dopo circa 100 giorni di lavoro, il ponte Pusterla è stato riconsegnato alla città.

 

[nggallery id=30]