SISMABONUS: LA RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO É PIÚ CONVENIENTE CHE MAI

Il Decreto Rilancio ha introdotto importanti novità in materia di detrazione per interventi di efficentamento energetico e sismico incrementando al 110% l’aliquota di detrazione per le spese sostenute dal 1 Luglio 2020 al 31 Dicembre 2022. Le nuove disposizioni, che si aggiungono a quelle già vigenti che disciplinano le detrazioni dal 50% all’85%, vengono applicate al recupero del patrimonio edilizio.

Nell’ambito degli interventi di risanamento, ripristino e miglioramento sismico del patrimonio edilizio esistente, Fibre Net si pone come partner specializzato, in grado di affiancare progettisti ed imprese nelle scelte tecniche più opportune anche in funzione del beneficio previsto dalle recenti misure fiscali. Mettiamo le nostre competenze al tuo servizio per:

■ sviluppare soluzioni efficaci e durevoli
■ limitare l’invasività degli interventi consentendo alle persone di non dover lasciare la propria casa durante i lavori
■ sostenere l’iter tecnico per l’accettazione dei materiali ai fini del beneficio fiscale

QUALI SONO LE PROBLEMATICHE STRUTTURALI PIÙ COMUNI?

Le problematiche sismiche più frequenti che si incontrano nella valutazione di un edificio esistente, sia esso in muratura portante o intelaiata, possono essere ricondotte ad alcuni fenomeni tipici:
• Ribaltamento di pannelli murari e tamponature
• Lesioni su murature e strutture voltate
• Instabilità delle strutture intelaiate (travi e pilastri)
• Carenze strutturali su solai e fenomeni di sfondellamento
• Cedimento di balconi

 

Per dare una risposta efficace e misurabile a queste diverse problematiche, Fibre Net ha sviluppato diversi sistemi di intervento, tutti realizzati attraverso l’utilizzo di fibre e tutti oggetto di ampia campagna di sperimentazione.

SISMABONUS: consiste in una DETRAZIONE FISCALE (IRPEF e IRES) per gli interventi di adeguamento/miglioramento di immobili eseguiti entro il 31 dicembre 2022.

 

NOTA: indicato per interventi su immobili produttivi.

LA GESTIONE FINANZIARIA DEI BONUS FISCALI
Il Decreto Rilancio introduce la possibilità di effettuare la cessione della detrazione o di richiedere al fornitore uno sconto immediato in fattura.

CESSIONE DEL CREDITO
Il contribuente può cedere il credito maturato ad altri, incluse banche ed operatori finanziari. I destinatari del credito di imposta potranno decidere di cederlo ulteriormente o utilizzarlo in un periodo di cinque anni.

SCONTO IN FATTURA
È possibile trasformare il credito d’imposta in sconto fattura fino all’importo massimo del corrispettivo dovuto al fornitore, contro cessione del credito da parte del titolare delle stesso. Il trattamento di cui sopra si applica anche ai seguenti interventi realizzati nel periodo 2020-2022 tra cui:
• manutenzione ordinaria e straordinaria di condomini
• restauro e risanamento conservativo
• ristrutturazioni edilizie per altri edifici residenziali
• interventi di efficienza energetica
• adozione di misure antisismiche
• recupero e restauro facciate di edifici esistenti
• installazione di impianti fotovoltaici
• installazione di colonnine di ricarica veicoli elettrici